09/07/2012 | autore: Totem On

Vacanza no-cost: scambiamoci le case!

In Rete alla ricerca di un alloggio. Gratis...


Vacanze in tempo di crisi

Olycom

Se a partire per la vacanza è tutta la famiglia e un divano non è sufficiente, attraverso la Rete si può scambiare la casa intera, senza spendere un euro. Basta iscriversi a piattaforme web come HomeExchange.com e scegliere tra le oltre 42 mila persone di 148 paesi differenti, disponibili anch'esse a scambiare l'abitazione per il periodo delle vacanze. Trovato l'accordo, i vantaggi sono evidenti: si approfitta di una sistemazione gratuita, si scambia eventualmente anche l'automobile e si godono i comfort di una casa tutta per sé.
Coloro che in vacanza, invece, temono di annoiarsi e vogliono condividere fino in fondo la vita quotidiana delle persone ospitanti, possono optare per una vacanza-lavoro. Anche in questo caso la Rete è il punto dove i workawayers, ossia i lavoratori a distanza, possono trovare l'occasione giusta: ospitalità gratuita tra le mura domestiche in cambio di qualche ora di lavoro, ciascuno secondo le abilità personali. Più che una semplice vacanza, sarà un'esperienza di vita dalla quale tornare con nuove amicizie, orizzonti culturali più estesi e la consapevolezza di aver dato in cambio qualcosa alla comunità ospitante. Come scriveva Mark Twain, narratore delle più splendide avventure, "il viaggio uccide i pregiudizi, il bigottismo e la chiusura mentale. Vedute ampie, sane e benevolenti non si ottengono vegetando per tutta la vita in un ristretto angolo della Terra".

Di seguito, ecco una guida alla "vacanza no-cost"
Vacanze in tempo di crisi: dopo il low cost, ecco il no cost
La vacanza no-cost? Comincia online
Vacanze no-cost: l'autostop con un clic
Dormire gratis in tutto il mondo. Su un divano...
Vacanza no-cost: scambiamoci le case!
Vacanze no-cost: come difendersi dai pericoli

0Commento

Attività degli amici