www.nexta.com (© Copyright (c) Nexta Media)
Aggiornato il: 12/08/2011 | autore: Livia Fabietti, www.nexta.com

Paese che vai, Little Italy che trovi

Nostalgia del Belpaese? Ecco una, nessuna e centomila Little Italy in giro per il mondo, veri e propri quartieri dove, tra ristoranti e negozi caratteristici, ci si sente a casa.


Paese che vai, Little Italy che trovi

Vedi la gallery "Little Italy: l'Italia in giro per il mondo"

"Tu vuò fa l' americano mmericano! mmericano!ma si nato in Italy!": così cantava Renato Carosone negli anni '50, un motivo scherzoso pronto a ironizzare sulla mania degli italiani ad imitare quello che, in quegli anni del dopoguerra, rappresentava il "grande sogno americano".

Tanti, tantissimi i connazionali che, nel corso degli anni, hanno abbandonato la propria terra per cercare fortuna altrove. Quanti sono i residenti all'estero? Ecco qualche numero approssimativo: 17,8 milioni sono in Usa, 20 milioni in Argentina e 850 mila in Australia, solo per citarne alcuni.

Anche se gli italiani amano trascorre il tempo libero alle prese con viaggi, vicini o lontani, inevitabilmente avvertono la mancanza di casa, un vuoto che li spinge a cercare un pezzo delle proprie origini nella terra ospitante. Richiesta a volte impossibile da esaudire altre più che soddisfacente: per tutti i nostalgici niente brutte sorprese, sono davvero molti gli stati che hanno la loro "Little Italy", un cuore tutto italiano tra ristoranti e negozi specializzati.

L'ITALIA MADE IN USA
Chiamati affettuosamente Little Italy, Petite Italie o Pequeña Italia, questi quartieri caratteristici sono popolati da piccoli nuclei creati dagli emigrati italiani nel tentativo di mantenere vive le proprie tradizioni, una sorta di cordone ombelicale che permette di sentirsi sempre a stretto contatto con la madrepatria nonostante la lontananza geografica.

Tutti conoscono la più famosa delle Little Italy, quella di Downtown Manhattan dove, tra Bleecker Street, Baxter Street ed Elizabeth Street, per tanti anni, ovunque ci si girasse, tutti parlavano italiano. Negli ultimi tempi però il popolo del tricolore si è spostato più verso Staten Island e nel Bronx, in Arthur Avenue: qui è possibile mangiare un vero piatto di spaghetti e bere un espresso very strong. Ma non solo: nel quartiere si trova la Belmont Public Library,una biblioteca interamente dedicata all'Italia dove approfondire il rapporto con questo strepitoso paese.

America che vai, Little Italy che trovi! Nata originariamente come una comunità di pescatori italiani, quella di San Diego, al giorno d'oggi si è trasformata in un vero e proprio quartiere residenziale e commerciale. Per tutti coloro che volessero andare a caccia di curiosità, basta fare una passeggiata in India Street, la strada principale, dove si trova il famoso cartello riportante la scritta Little Italy, il luogo ideale per rilassarsi e bere un bicchiere di Chianti.

Spostandosi in Argentina, nel quartiere La Boca di Buenos Aires, si trova una deliziosa Pequeña Italia, un quartiere ricco di storia, un grande sobborgo che, già nel 1829, registrava un elevata percentuale di immigrati italiani, per lo più marinai genovesi, che qui emigrarono in massa nel XIX secolo.

Link utili:
www.nycgo.com


Copyright Nexta

1Commento
26 dic 2011, 17.45
avatar
 

IL TURISMO CHE INTERESSA TUTTI E TUTTO


Esistono molti modi per conoscere e godere della nostra bell'Italia, dopo aver attentamente appreso le attuali sinergie, valutandone gli effetti derivanti in termini di ricaduta,sviluppo,benessere, visto gli aumenti dei costi, l'indebolimento dell'euro ed il perdurare della crisi generalizzata, molte famiglie e singoli cittadini desiderose di viaggiare,capire,conoscere le immense opportunità che l'Italia offre, si vedono costretti limitare o rinunciare l'attività turistica, intesa non solo come svago, ma anche come momento di arricchimento culturale personale, visto che pochi cittadini conoscono davvero questo meraviglioso Paese Mediterraneo.

Social Travel evoluzione turismo, mette al centro il cittadino, tagliando le numerose intermediazioni,realizzando itinerari nuovi,proponendo pacchetti trasparenti comprensivi dei soli costi effettivi delle aziende trasporti,ricettive,commerciali ecc. in collaborazione con associazioni turistiche,aggenzie viaggi e tour operetor associate.

La ricettività Social Travel è di livello medio alta, sistematicamente selezionata sul posto.

Social Travel vive di tesseramenti, offrendo a tutti la possibilità di un lavoro serio,continuativo lavorando per se e per il proprio paese.


Se ai un attività turistica commerciale di livello medio alto chiamaci per un incontro, solo dopo aver vistato la struttura, risulti eccellente, potrai aderire a Social Travel.

Segnala
Per favore aiutaci a mantenere una comunità sana e vivace segnalando ogni comportamento illegale o inappropriato. Se pensi che un messaggio violi leCodice di comportamentoper favore utilizza questo modulo per inviare notifiche ai moderatori. Loro faranno le verifiche sulla tua segnalazione e prenderanno le decisioni appropriate. Se necessario, riporteranno tutte le attività illegali alle autorità competenti.
Categorie
limite di 100 caratteri
Eliminare il messaggio?

Attività degli amici