www.nexta.com (© Copyright (c) Nexta Media)
Aggiornato il: 09/03/2012 | autore: Livia Fabietti, www.nexta.com

Fernando de Noronha, il Brasile ecologico

Avventure al naturale nel Brasile che non ti aspetti, in quel paradiso incontaminato chiamato Fernando de Noronha.


Fernando de Noronha, il Brasile ecologico

Finito il tempo del carnevale, non è venuta meno la magia che caratterizza una terra gioiosa come il Brasile: chiusasi infatti la parentesi più scherzosa dell'anno non si spegne quell'irrefrenabile voglia che spinge i turisti di ogni dove a scegliere come rotta per le proprie vacanza questo paese del sorriso, una delle meta turistiche tra le più affascinanti e varie al mondo là dove l'esuberanza del suo popolo la si percepisce ovunque, tanto in città quanto al mare o in montagna.


Oltre a Rio, San Paolo e le altre mete più rinomate, per gli amanti del mare celestiale, a dare filo da torcere alle innumerevoli rotte tropicali, ecco spuntare uno degli ultimi paradisi terrestri, Fernando de Noronha, un delizioso arcipelago appartenente allo stato di Pernambuco composto da 21 isole, isolette e scogli di origine vulcanica immerso nelle acque atlantiche a duecento miglia dalla costa brasiliana. Il suo fascino non è di certo passato inosservato ed il suo prezioso territorio è stato dichiarato nel 1988 Parco Nazionale marino e, nel 2001, Patrimonio Mondiale dell'Unesco.

Resa nota grazie ad Amerigo Vespucci che vi approdò nel 1503, Fernando de Noronha lasciò a bocca aperta anche il valoroso navigatore che, messo piede in questo angolo celestiale, esclamò "il paradiso è qui". Come dargli torto, al primo contatto l'arcipelago brasiliano rapisce lo sguardo e conquista cuore ed animo con quel suo aspetto così vero, quello di una spettacolare oasi che vanta alcune delle spiagge più belle del Brasile come la praia do Sancho, la spiaggia di Atalaia e la Baía dos Porcos là dove, con la bassa marea, si formano delle piscine naturali in cui è possibile immergersi in acque limpide.

Fernando de Noronha è uno dei santuari ecologici del Brasile, un lusso per pochi in quanto qui il turismo è praticato in maniera sostenibile, regolamentando gli accessi, ovvero limitando il numero di persone al giorno. Sono infatti 420 i visitatori che possono sbarcare sulle isole, un modo intelligente per non renderla preda del turismo di massa e dei conseguenti danni che esso potrebbe provocare.

Nonostante non abbia conquistato il titolo di una delle nuove 7 meraviglie naturali del mondo, a seguito del concorso indetto dalla New 7 Wonders, Fernando de Noronha ha comunque vinto per tutti i suoi visitatori il titolo di regina balneare del Brasile in quanto permette di vivere un'esperienza davvero appagante, avvolti e rapiti da un rapporto privilegiato con la natura ed i suoi abitanti, come tartarughe marine, balene ed i delfini rotatori che, ogni giorno, all'alba, nella Baia dos Golfinhos, sono pronti in tutta la loro eleganza a balzare fuori dall'acqua, girando più volte su sé stessi, prima di rituffarsi e prendere il largo.

Ovviamente, oltre ad essere il sogno degli amanti del relax, Fernando de Noronha è anche una delle rotte più amate dagli sportivi che, davanti alle sfumature delle sue acque, non possono resistere al richiamo di tuffarsi e dilettarsi in esplorazioni subacquee, snorkeling, surf o ski diving, molto praticato soprattutto a Conceição, una delle spiagge più belle dell'arcipelago mentre, per cavalcare la tavola, Cacimba do Padre è perfetta date le sue onde spettacolari.

Qui non cercate il lusso più sfrenato, la vera ricchezza la si trova nella semplicità, nei colori più veri del paesaggio, regalandosi un soggiorno in sistemazioni alberghiere del tutto informali, piccole case di pescatori trasformate in pousada, ambienti puliti e confortevoli posizionati all'interno dell'isola.

Informazioni utili:
www.noronha.pe.gov.br




Copyright Nexta

0Commento

Attività degli amici