www.nexta.com (© Copyright (c) Nexta Media)
Aggiornato il: 29/03/2010 | autore: Livia Fabietti, www.nexta.com

Tradizioni di Pasqua in giro per l'Italia

Da Nord a Sud la Pasqua italiana é ricca di interessanti eventi folkloristici e delizie dolciarie assolutamente da non perdere, un'occasione d'oro per scoprire tutte le tradizioni più curiose del Belpaese.


Tradizioni di Pasqua in giro per l'Italia

La festività della Pasqua coincide con l'arrivo della primavera e, dopo un lungo e piovoso inverno, le giornate finalmente si allungano rendendo ancora più piacevole questo periodo di festa dai mille colori. Se vale il detto "Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi", ognuno può organizzare le proprie giornate a libero piacimento ma, a quanto sembra, per questa Pasqua 2010 gli italiani resteranno in patria girovagando alla scoperta delle tipiche tradizioni, tra sagre e feste folkloristiche, per celebrare l'arrivo della Santa festività. Ecco alcune simpatiche e curiose tradizione a cui assistere, episodi ideali per trascorrere la Pasqua in Italia tra golosità e festeggiamenti.

BATTAGLIA DI UOVA AD URBANIA
Se pensavate che l'uovo fosse soltanto una pietanza da consumare, sodo o di cioccolata, nel grande pranzo di Pasqua, in realtà potrete rimanere stupiti nello scoprire che, le uova, sono le vere protagoniste di tante tradizioni e giochi che allietano l'atmosfera festosa tra le più belle piazze del Belapaese. Dopo aver richiamato l'attenzione di cittadini e turisti nel periodo natalizio per essere la patria della Befana, Urbania torna a far parlare di sé ma, per questa volta, niente scopa, a dominare la scena é il famoso "gioco della Punta e cul" che, la mattina di Pasqua e nei due giorni seguenti, si tiene nella piazza centrale del paese e presso il Santuario di Battaglia coinvolgendo anziani, giovani e giovanissimi pronti a mettersi in gioco e battere il proprio uovo contro quello dell'avversario prima di punta e poi di "cul", tentando di uscire vincitori mantenendolo intatto.

PALIO DELL'UOVO A TREDOZIO
Con la Pasqua anche il borgo di Tredozio, situato nell'entroterra dell'Appennino Forlivese, si trasforma in un enorme palcoscenico dipinto di mille uova colorate là dove, ogni anno dal 1963, si svolge la Sagra e il Palio dell'uovo, una cerimonia in cui ci sfida alla battitura delle uova, un gioco tradizionale là dove a trionfare é chi, con il suo uovo, riesce a rompere il guscio dell'altro. Ma il divertimento a Tredozio è davvero articolato, il programma oltre al palio, include molti altri coinvolgenti giochi che attendono il pubblico come la "Pesca nell'uovo gigante", la "Pentolaccia" e la "Sagra della Sgabanaza".

GARA DI EIERGUFFEN IN ALTA PUSTERIA
Quando si parla di tradizioni pasquali in Alto Adige,oltre a tirare in ballo quei sapori così invitanti che fanno venire l'aquolina in bocca al solo pensiero, si fa riferimento alle divertenti usanze che coinvolgono e divertono tanto i grandi quanto i piccini. In Alta Pusteria,a Villabassa ed a Dobbiaco, dopo la messa di Pasqua, ci si ritrova in piazza per la "gara di Eierguffen":preparatevi ad una sfida di gusto in cui ci si scontra armati di coloratissime uova sode, tentando di rompere l'uovo dell'avversario, partendo dalle due punte per passare poi alle parti più rotonde e, l'uovo che non si rompe, é proprio quello che ha vinto.

ARTIGIANATO VALDOSTANO
Rimanendo ad alta quota, a Courmayeur, in Valle d'Aosta, da non perdere "La Paquerette", ovvero il tradizionale appuntamento con l'artigianato tradizionale valdostano che, come di consueto, durante il periodo di festa presenterà ai visitatori il meglio delle opere di scultura e intaglio su legno, lavorazione del ferro battuto e del cuoio, tessitura del drap e poi merletti, vimini, oggetti per la casa, scale in legno e tanto altro.

NOZA DA PAUR IN ALTA BADIA
Una delle tradizioni più divertenti é quella di San Leonardo, un piccolo e tranquillo paesino del comune di Badia dove, nel periodo che precede la Pasqua, si svolge la manifestazione "noza da paur" che rievoca numerose tradizioni legate al matrimonio contadinesco. Preparatevi ad assistere ad una curiosa usanza in cui i tutti i ragazzi vanno dalle fanciulle del paese a caccia di uova, pronti a raccimolarne il più possibile e, se arrivano a raccoglierne 12, entro l'anno matrimonio in vista! Le ragazze invece, se alla fine della cerimonia non si sono sbarazzate di tutte le uova, il martedì successivo si affrettano a seppellirle per evitare di essere perseguitate dalla sfortuna e rischiare di restare zitelle. Uno spettacolo interessante e divertente in cui, tra l'altro, i turisti possono partecipare al banchetto degustando le delizie di casa ed assistere ad antiche slitte trainate da cavalli e costumi tradizionali ladini.

SICILIA IN-DIAVOLATA

Moltissime sono le manifestazioni che hanno luogo durante il periodo pasquale in tutto il territorio siciliano, tradizioni e riti di grande spettacolarità conservati e tramandati nel tempo come il "Ballo dei Diavoli" di Prizzi, un comune in provincia di Palermo, là dove sin dalla mattina del giorno di Pasqua, due diavoli mascherati vestiti di rosso e la morte in giallo, si aggirano indisturbati per le strade del paese tentando di evitare con il loro "ballo" l'incontro tra le statue di Cristorisorto e la Madonna reso possibile grazie all'intervento degli angeli protettori che, con le loro spade, trafiggono i personaggi del male suscitando grande gioia nel pubblico spettatore.

Diavoli in scena anche ad Adrano, in provincia di Catania dove, la Domenica di Pasqua, al centro di Piazza Umberto viene preparato un palco con le scenografie del paradiso e dell'inferno per accogliere "la diavolata", in gergo "I Diavulazzi 'i Pasqua", una rappresentazione settecentesca in cinque scene che si svolge per due volte nel corso della giornata: a mezzogiorno e alla sera, in cui si mette in scena il trionfo del bene sul male.

PASQUA IN TAVOLA
La Pasqua è l'occasione perfetta per riscoprire la bontà delle delizie pasticcere che arricchiscono di gusto il menù di tutte le regioni italiane. Colomba e uova di cioccolata a parte che, bene o male sono una costante, di regione in regione si spazia dalla classica pastiera napoletana o il casatiello fino alla pitta con niepita calabrese e ancora dalle scarcelle ed il corrucolo, dolci che conoscono bene i bambini pugliesi fino ad arrivare alle delizie siciliane come le tradizionali palmette, fatte di mandorla tostata ricoperte di zucchero fuso colorato e le cuddura cu l'ova, una sorta di grande biscotto dalle forme che rimandano ai simboli pasquali, con uova sode e, infine, la caratteristica ed intramontabile cassata farcita di ricotta e ricoperta dalla glassa decorata con frutta candita.

Links utili:
www.urbania-casteldurante.it
www.hochpustertal.info
www.alta-badia.org
www.emiliaromagnaturismo.it
www.turismo.fc.it
www.courmayeur.it
www.prolocohippanaprizzi.it
www.comune.prizzi.pa.it


Copyright Nexta Media

2Commento
29 mar 2010, 16.42
avatar
Portovenere è un bellissimo posto da visitare durante le feste di Pasqua. Qui ho descritto il mio viaggio a Portovenere.
28 ott 2010, 13.46
avatar
Durante la Settimana Santa tutta la Sicilia diventa un immenso palcoscenico dove, tra le caratteristiche strade dei centri storici, e in qualsiasi ora del giorno, viene messa in scena la Passione di Cristo. Qualche idea su: www.itinerarisicilia​.it
Segnala
Per favore aiutaci a mantenere una comunità sana e vivace segnalando ogni comportamento illegale o inappropriato. Se pensi che un messaggio violi leCodice di comportamentoper favore utilizza questo modulo per inviare notifiche ai moderatori. Loro faranno le verifiche sulla tua segnalazione e prenderanno le decisioni appropriate. Se necessario, riporteranno tutte le attività illegali alle autorità competenti.
Categorie
limite di 100 caratteri
Eliminare il messaggio?

tendenze

idee di viaggio