Nexta (© Copyright (c) Nexta)
Aggiornato il: 12/06/2008 | autore: Nexta

Aruba

Zona di scarsi rilievi e con poca vegetazione, l'isola di Aruba si caratterizza per le sue spiagge di sabbia bianca, le sue coste frastagliante sul versante orientale e settentrionale e le sue acque cristalline.


Aruba

Introduzione

Zona di scarsi rilievi e con poca vegetazione, l'isola di Aruba si caratterizza per le sue spiagge di sabbia bianca, le sue coste frastagliante sul versante orientale e settentrionale e le sue acque cristalline. Una vegetazione speciale e delle belle iguane che si mimetizzano sugli alberi rendono gli scenari paradisiaci.

Come arrivare, come muoversi

Per raggiungere l'isola in aereo non ci sono voli diretti dall'Italia ma è necessario effettuare almeno uno scalo in Europa, a New York, Miami o altri stati limitrofi. Per raggiungere dall'aeroporto le principali destinazioni sull'isola si possono utilizzare gli autobus pubblici della Arubus o i taxi. Al terminal degli arrivi sono situate anche 21 agenzie di autonoleggio. Non esistono collegamenti marittimi di linea con l'isola di Aruba, che però è una meta fondamentale per numerose crociere Aruba Cruise Tourism. Gli spostamenti sull'isola sono semplici e sicuri. Per scoprire i punti più scenografici del Paese si consiglia di noleggiare un fuoristrada, un'auto, o uno scooter Gli autobus di linea collegano la capitale, Oranjestad, con San Nicolas.

Cultura

Il popolo di Aruba, molto cordiale verso il turista, risente ancora delle tradizioni indigene della cultura araba, qui più presente rispetto alle altre isole dei Caraibi, ma anche degli spagnoli e degli olandesi. In alcune parti dell'isola si possono ancora vedere le incisioni rupestri arawak (Grotta Fontain). Popolo gioioso, appassionato di feste e musica, accompagna i momenti delle sue giornate con i ritmi del calypso, della soca, del merengue e socarengue, con il suo sensualissimo movimento delle anche.

Clima

Il clima dell'isola è marino tropicale, particolarmente secco. La temperatura media annua si mantiene intorno ai 28° C; sebbene le piogge siano scarse, queste si concentrano principalmente in autunno (tra novembre e dicembre). L'isola non è soggetta ad uragani.

Gastronomia

La gastronomia locale è costituita essenzialmente da pesce freschissimo e aragoste, mentre negli alberghi e negli hotel di lusso viene proposta una cucina internazionale di altissimo livello. Ottima la produzione di frutta tropicale dalla quale si ottengono succhi e spremute spettacolari. Molto gettonate tra le bevande sono la birra olandese e caraibica e il rhum.

Eventi, feste

Le festività religiose seguono il calendario cristiano. Tra le festività pubbliche dell'isola il Carnevale rappresenta l'evento maggiormente sentito. Balli, danze e sfilate varie accompagnate da tanta musica animano l'isola e in particolare le vie della sua capitale. Tra le altre manifestazioni si ricordano: la Summer Jam (fine aprile); la gara di windsurf ( a giugno) a Eagle Beach; la festa del raccolto di Dera Gai (fine di giugno); il Giorno di Sint Nicolaas (5 dicembre), festività tipicamente olandese, una specie di Babbo Natale che con l'aiuto del suo l'elfo Peter Nero distribuisce dolci e regali ai bambini che si radunano a Oranjestad. Ogni martedì sera al Fort Zouman si tiene il Bon Bini Festival (Bon Boni vuol dire benvenuti in arubiano): un mini-festival per conoscere le tradizioni, i costumi e la musica di questo popolo.

Attrattive

Tante belle spiagge e mare cristallino, particolarmente calmo nella zona di Oranjestad, caratterizzano il Paese. La capitale, che risente molto dei colonizzatori spagnoli, di quelli olandesi e delle popolazioni indigene, che hanno influenzato le usanze e le abitazioni del luogo, si distingue per i suoi vecchi edifici dai muri ridipinti con colori vivaci e i suoi negozi. Qui si possono visitare il monumento dedicato alla Regina Winhelmina d'Olanda, il Fort Zoutman, del XVIII secolo, con la torre Willem III che aveva lo scopo di avvistare eventuali pirati in arrivo; la Casa del Dr. Ahrends, un'elegante dimora del 1922 con le sue spesse mura verdi; la fabbrica dell'Aloe di Aruba e il De Olde Molen, un vecchio mulino a vento che oggi caratterizza un ristorante specializzato nella cucina continentale. Gli amanti della natura possono visitare il parco nazionale di Aruba, detto Arikok, con i suoi enormi cactus e le grandi aloe molto utilizzate per la produzione di prodotti cosmetici e curativi. In questo parco si trova il monte Jamanota, dal quale si può ammirare il panorama di tutta l'isola, la Grotta Fontein, con le incisioni rupestri del popolo Arawak, il tunnel dell'amore, la grotta di Guadirikiri, e le piantagioni nella Valle di Prins.. Particolarità dell'isola sono le dune di sabbia a Boca Prins e il dissalatore. Per gli amanti dei musei si ricordano il Museo archeologico nel Forte Zoutman, e, sempre nella capitale, il Museo di Aruba e il Museo della numismatica. Tra le altre attrattive del territorio: il faro California, il cui nome deriva da un vecchio relitto di nave naufragata che si chiamava appunto California; le piscine naturali Boca Ketu; la chiesa cattolica nella roccia "Lourdes Grotto", dove l'11 febbraio si ha la processione da San Nicolas verso la Vergine Nera della grotta; a Palm Beach, la Butterfly Farm, un allevamento di farfalle; a Pitastraat l'Aruba Aloe Balm Museum, e le fantastiche spiagge di Arashi Beach, a nord, e Baby Beach, a sud.

Costo vita

Il costo della vita in Aruba è considerato da moderato ad elevato.

Sanità

Le strutture sanitarie del Paese sono di buon livello. Prima della partenza si consiglia di stipulare un'assicurazione che copra, oltre alle spese mediche, anche quelle di un eventuale rimpatrio.

Sicurezza

Il Paese è tra i più sicuri dei Caraibi.

Ambiente

Isola del Mar dei Caribi, situata a nord del Venezuela, Aruba presenta un territorio prettamente pianeggiante e con scarsi corsi d'acqua. Mentre le coste meridionali e occidentali sono ben riparate dalle correnti oceaniche, quelle settentrionali e orientali mancano di questa protezione. Le due vette più alte dell'isola sono Jamanota e Hooiberg. La vegetazione di Aruba si caratterizza per gli alberi watapana, detti divi-divi, dal fusto curvato sempre in direzione sud-est, a causa dei venti alisei che soffiano sull'isola.

Shopping

Quasi tutti i negozi e le boutique si trovano a Oranjestad. Tra i prodotti tipici di Aruba spiccano i prodotti per la pelle a base di aloe (di cui l'isola abbonda). Ci sono vari centri commerciali con negozi duty free dove si trova di tutto. Per lo shopping i souvenir tipici ed economici sono le conchiglie, gli oggetti in legno, le ceramiche, le bambole in pezza e le tovaglie ricamate a mano.

Divertimenti

Uno sport molto popolare tra la popolazione locale è il bowling, e, nella zona nordoccidentale, il golf, grazie alla presenza di due campi da golf particolarmente curati (Tierra del Sol e Adventure Golf). L'offerta delle attività acquatiche è molto vasta. Ad Aruba si possono praticare vela, parasailing, immersioni, crociere giornaliere per lo snorkeling, windsurf, kitesurf e pesca in alto mare. Sull'isola sono, inoltre, presenti anche alcuni centri di equitazione. Da non perdere le gite sott'acqua che vengono effettuate con imbarcazioni con il fondo di vetro, oppure il sea trek, cioè gita guidata, con in testa un apposito elmetto per le immersioni che permette di avere il viso completamente asciutto. I principali organizzatori di queste particolari attività sono Atlantis Adventures, Aruba Adventures e De Palm Tour. Aruba è anche ricca di ottimi ristoranti, bar e discoteche che rendono famosa la vita notturna di quest'isola paradisiaca e... per gli amanti del gioco non mancano i casinò!

Scheda
NomeAruba
CapitaleOranjestad
Latitudine12° 31' 15" N
Longitudine69° 58' 6" W
Popolazione104.494
Superficie193 km²
Fuso orario GMT -4
LingueOlandese (lingua ufficiale) e Papiamento (un dialetto misto spagnolo, portoghese danese, inglese ed olandese).
ReligioniIn prevalenza cattolici romani (72%), protestanti (19,5%) e altre minoranze.
OrdinamentoParte autonoma del Regno dei Paesi Bassi.
Quando andareIl clima e l'assenza di uragani sull'isola permettono di visitarla in qualsiasi periodo dell'anno.Il periodo tra gennaio e marzo è, comunque, quello di maggiore afflusso turistico.Per chi desidera più relax si consigliano i mesi tra aprile e settembre.
MonetaIl fiorino arubano. (AWG)
Elettricita110V, 60Hz
Prefisso dall'Italia00297
Prefisso per l'Italia0039
Ambasciata italianaRappresentanza diplomatica competente:Ambasciata d'Italia in Venezuela:EDIFICIO ATRIUM P.H.Calle Sorocaima entre Avenidas Tamanaco y VenezuelaEl Rosal - 1060 CARACAS. Tel.: +58 212 9527311 Fax: +58 212 9524960ambcaracas@esteri.it www.ambcaracas.esteri.it
Ambasciata in ItaliaAruba fa riferimento al Regno d'Olanda.Ambasciata Del Regno dei Paesi Bassi Via Michele Mercati, 8 00197 Roma Tel.: +39 06 32286.001 Fax: +39 06 32286.256 rom@minbuza.nl
Consolato italianoLa struttura Consolare di riferimento per Aruba è il Consolato d'Italia a Maracaibo. A Curacao è presente anche un rappresentante consolare onorario.Consolato d'Italia in Maracaibo (Zulia - Venezuela)Avenida 17 (Baralt) entre calles 71 y 72 n 71-55Quinta la Querencia, Maracaibo, Zulia, 4005Tel.: +58.261.783.1980 Fax: +58.261.783.0343 segre.maracaibo@esteri.itConsolato Onorario d'Italia in CuracaoBellissimaweg Weg 16 , Willemstad Tel.: +5999.73.75.974 Fax: +5999.73.71.582kmdprunetti@attglobal.net
Siti Unesco
Documenti richiestiPer visitare il paese è necessario essere in possesso del passaporto, con validità residua di almeno sei mesi, e del biglietto di ritorno. Il visto diventa obbligatorio nel caso di soggiorno superiore ai 90 giorni.
Mesi migliorigennaio,febbraio,marzo,aprile,maggio,giugno,luglio,agosto,settembre
0Commento

Attività degli amici